Da poco inaugurata la nuovissima ed attesissima location “esclusiva” in cima al Lingotto.

Un format molto innovativo che include ristorante e cocktaiil bar (quest’ultimo a prezzi assolutamente accessibili, costo medio dei cocktail 12 euro) con caratteristiche del tutto particolari che trova posto dove sorge la pista del Lingotto, una delle novità più attese dell’estate 2021 che porta la firma di Gerla 1927.

Il Lingotto, con la sua leggendaria pista di prova sul tetto, rappresenta uno dei simboli dell’anima industriale della nostra città ed ora al centro di questo palcoscenico straordinario si trova La Pista Restaurant, affacciato tra le colline torinesi e la catena delle Alpi, si gode davvero di una vista splendida e unica sulla città.

La Pista ha un’anima internazionale e nasce come luogo gastronomico in cui proposte culinarie differenti si incontrano: coquillage, crudi di mare, selezioni alla brace, ma anche cucina gourmet e lounge bar, costituiscono insieme le diverse sfaccettature del ristorante.

La lista dei vini è molto ampia, con 350 referenze, tra cui grandi vini iconici italiani e non, convenzionali, naturali e biodinamici con una particolare attenzione al mondo degli
Champagne che nasce da una lunga ricerca sui piccoli produttori (troverete anche delle ottime bottiglie intorno ai 40/50 euro).

In cucina lo chef Roberto Cordisco, con esperienza nei più blasonati ristoranti d’Italia
mentre la pasticceria è affidata alle sapienti mani di Evi Polliotto, General Pastry Chef Gerla1927.

All’esterno, nel giardino, sorge il Lounge Bar dove poter prendere un drink, un cocktail oppure godersi l’aperitivo con vista mozzafiato sulla città.

Diamo uno sguardo alle proposte del Menù:

Il percorso Raw Tasting di fish prevede:
Start
“Crudo e melone” (foto sotto, il primo piatto che abbiamo provato)
Salmone selvaggio, fumo al the verde, ananas e fava di cacao
Gelato di plancton e ostrica frozen
Carabineros*, salsa agrodolce e mela Granny Smith

C’è poi una proposta dedicata alla carne:
Start
Wagyu marinato all’Asahi, pompelmo a vivo e mandorle
Foie gras, caffè e Sambuca
Gelato al sedano bianco, albese di Angus e cristalli di barbabietola
Sashi choco, sofce di nocciola IGP e Gianduia

e la proposta Caviar Tasting:

Champagne, frutti rossi e Italian Caviar
Sorbetto, burrata, limone e Italian Caviar
Ostrica Regal selezione Oro, Calvados e Italian Caviar
Krapfen di King Crab, fiori di zucchini e Italian Caviar

Provato il 1 agosto 2021, confermo le aspettative che erano alte. Location davvero unica, le grandi vetrate si aprono sulla città e sulla collina circostante, una vista mozzafiato.

C’è molta luce e gli spazi sono molto, molto ampi. Servizio molto attento e cordiale, propongono un menù alla carta molto ampio:

Pecking duck, cremoso all’ace e crock di riso
Foie gras caffe’ e sambuca
Astice blu al burro d’arachidi, riduzione di sangria e la sua frutta
Risotto selezione Carnaroli 36 mesi di Reggiano, croccante di quinto quarto, demi
glaces e polvere di alloro
Spaghettone a lenta essiccazione, vongole Veraci ed erba limoncina (quello provato da noi, in foto) 
Orecchiette di grano Arso, salsiccia di Bufalo, piselli pestati e miele di tiglio
Tortello a mano di patata ratta e ricci di mare, asparagi e bottarga di tonno (provato, in foto)
Tagliolini paglia e fieno alle erbe spontanee, latte di bufala e scorzone estivo
Triglia di scoglio alla parmigiana di melanzane fumè
Roll di pescatrice in carta musica, peperoni alla brace e taggiasche disidratate
Caponet di Agnello* , Blu di Lanzo e rossi di sottobosco
Filetto di Manzo, Nepitella e porcini
Tagliata di bufalo dry age, patata allo zafferano e salsa di liquirizia

Imperdibili i piatti cotti alla brace, noi ci siamo lasciati trasportare dal trancio di Ricciola e del trancio di tonno, davvero ottimi, cottura perfetta, consistenza giusta e i succhi sono rimasti tutti.

Aperti dal primo luglio 2021, 7 giorni su 7, consigliato prenotare qui.