Opera di Santa Pelagia: la novità dell’estate 2024!

0
49

L’Opera di Santa Pelagia: Un Viaggio Gastronomico nel Cuore di Torino e una delle più “giotte” e curiose novità dell’estate 2024 a Torino!

Siamo nel vivace centro città, in via San Massimo 17, L’Opera di Santa Pelagia è il nuovo hotspot culinario che sta facendo molto parlare.

Ogni piatto curato a dovere, anche nella presentazione, una sinfonia di sapori che ha l’ambizione di trasportare i clienti in un viaggio attraverso la cucina piemontese, italiana e internazionale.

Un Menù che stuzzica i sensi
Dalle Tapas della Santa, piccoli bocconi di puro piacere che spaziano dalle verdure fresche alle delizie di mare e carne, all’insalatona, un’esplosione di freschezza con foglie, cruditè, semi, frutta secca, Montebore e uovo.
Per chi preferisce qualcosa di più sostanzioso la Melanzana cotta alla brace con tahini e labane, o lo Spaghetto Monograno Felicetti, filetto di acciughe, pomodori secchi, finocchietto e pan brioche.

Il loro Vitello tonnato alla maniera antica è un omaggio alla tradizione, mentre i Plin della tradizione al sugo d’arrosto e il Petto d’anatra servito con il suo fondo e cipolle bianche sono piatti che raccontano storie di sapori intensi e raffinati.

Un’Esperienza Completa di Vini e Cocktail
La carta dei vini vanta circa cento etichette, con un occhio di riguardo per i vitigni autoctoni e i piccoli produttori locali, senza dimenticare una selezione di champagne per le occasioni speciali.

Discorso analogo per il bere, curato dal barman Marco Fabbri con una lista cocktail che spazia dai grandi classici ai signature come: 1772 (anno di consacrazione della Chiesa adiacente dedicata alla santa) su base gin e vermouth ambrato con chartreuse gialla per richiamare la liquoristica antica e chiaro riferimento al Bijou cocktail al drink “Non sono una santa” note floreali e agrumato su base vodka servito in coppetta come se fosse un cocktail Martini rivisitato e realizzato con un cordiale a base di rose e scorze di bergamotto e un Dom Benedictine.

Due eleganti sale interne e un delizioso dehors affacciato sulla storica chiesa di Santa Pelagia, una location perfetta per un aperitivo, un pranzo rilassante o una cena in piena tranquillità.

Talento in Cucina: Giuseppe La Salvia e Ivan Milani
In cucina, lo chef Giuseppe La Salvia, con la sua esperienza al bistrot del Relais San Maurizio, porta avanti una filosofia culinaria che unisce materie prime eccellenti e tecniche innovative. Accanto a lui, con il ruolo di consulente, Ivan Milani, con il suo background internazionale e l’amore per la cucina giapponese e mediorientale che arricchisce il menù con fermentati, sashimi e ingredienti come miso e shoyu.

“La nostra scelta – spiega Ivan Milani – è quella di proporre in una location confortevole la possibilità di costruire la propria esperienza gastronomica secondo gusti e desiderata di ognuno con un’attenzione al Piemonte e all’Italia fornendo sempre un taglio internazionale e con la possibilità di scegliere sempre una proposta vegetariana. Il lavoro di ricerca che portiamo avanti in cucina con Giuseppe La Salvia è alto a cominciare dalle materie prime ricercate, ma anche attraverso la realizzazione della panificazione interna, di produzioni come yogurt, kefir o formaggi freschi, diversi fermentati. Questa scelta, che guarda molto ad un approccio da alta ristorazione, rispecchia il mio trascorso personale e guarda molto a Giappone e Medio Oriente, culture per me molto importanti. Ecco perché qui si possono trovare sashimi in varie forme, fermentati o l’utilizzo di miso e shoyu”.

Non ultimo la loro grande attenzione per la qualità che si riflette nella panificazione gestita internamente e nella produzione di yogurt, kefir e formaggi freschi.

Menù
In menù a pranzo troverete, tra i molti piatti, anche:

Battuta di fassona al coltello, polvere di alloro e sarzet
Crema tiepida di carote, miele e zenzero, crostini di pan di spezie
Filetto di maiale, patate al burro e bietole ripassate
Sgombro alla brace e zucchine in carpione

A cena, tra le varie proposte:

Capasanta, gambero rosso, crema di piselli e riso soffiato
Verdure cotte sulla brace, guacamole ed erbe fresche
Petto d’anatra il suo fondo e cipolle bianche
Filetto di manzo alla brace, patate al burro e erbette

Infine ampia scelta anche per l’aperitivo, tra cui:

Ravanello, kefir e terra di malto
Falafel e yogurt alle erbe spontanee
Albicocche marinate al whisky tornato, erborato di capra e pistacchio
Ostrica La Perla del Delta al naturale
Sashimi di tonnetto, aglio nero e furikake

Orari di Apertura:
Martedì – Domenica: 12:00 – 14:30
Lunedì – Sabato: 18:00 – 23:00

Prenotazioni al numero: 339.8445525

foto di Romina Rezza